Ritiro delle gengive: cause e conseguenze

La recessione gengivale è un processo in cui il bordo del tessuto gengivale che circonda i denti si consuma o si ritira, rivelando la maggior parte del dente o la radice del dente.
Quando le gengive vengono ritirate tra i denti e il bordo gengivale si creano “tasche” o spazi vuoti, che facilitano l’accumulo di batteri patogeni. Se non trattato, il tessuto di supporto e le strutture ossee dei denti possono essere gravemente danneggiati, con conseguente perdita dei denti.

Quali sono le cause della recessione gengivale?

Senza alcun dubbio, il ritiro delle gengive è un segno di malattia o danno alle gengive stesse. La maggior parte delle persone con questo problema ha un’infiammazione delle gengive chiamata gengivite. Questo è il primo stadio della malattia gengivale.

Ci sono una serie di fattori che possono causare il ritiro gengivale, tra cui:

  • Malattia parodontale – infezioni batteriche gengivali che distruggono il tessuto gengivale e l’osso di supporto che tiene i denti in posizione. Le malattie gengivali sono la principale causa di recessione gengivale.
  • Geni: alcune persone potrebbero essere più suscettibili a questo problema.
  • Pulizia aggressiva dei denti – se vi lavate i denti con troppa forza o nel modo sbagliato, può causare usura dello smalto sui denti, microtraumi alle gengive e conseguente ritiro delle gengive
  • Cambiamenti ormonali – Le fluttuazioni dei livelli ormonali femminili durante la vita di una donna, come la pubertà, la gravidanza e la menopausa, possono rendere le gengive più sensibili e vulnerabili alla recessione delle gengive.
  • Prodotti del tabacco – I fumatori hanno maggiori probabilità di avere una placca appiccicosa sui denti che è difficile da rimuovere e può causare il ritiro delle gengive.
  • Digrignamento dei denti – stringere o digrignare i denti può portare a una forza eccessiva sui denti, provocando il ritiro delle gengive.
  • Denti storti o morso non corretto. Quando i denti non si uniscono in modo uniforme durante la masticazione, è possibile esercitare troppa forza sulle gengive e sulle ossa, provocando il ritiro delle gengive.
  • Piercing alle labbra o alla lingua. I gioielli possono strofinare le gengive e irritarle al punto che il tessuto gengivale si consuma.

Sintomi e conseguenze del ritiro delle gengive

Il ritiro delle gengive è un problema dentale comune e la maggior parte delle persone spesso non è nemmeno consapevole del fatto che le gengive si stanno ritirando perché si verifica gradualmente. Il ritiro delle gengive non è qualcosa che volete ignorare, quindi prestate attenzione ad alcuni di questi sintomi:

  • Il primo segno è solitamente la sensibilità dei denti, il più delle volte la sensibilità al freddo e al caldo dovuta alle radici dei denti esposte
  • Cambiamento dell’aspetto del sorriso perché il dente si allunga e la distanza tra i denti aumenta
  • Denti sciolti

Soprattutto, il ritiro delle gengive può essere un sintomo di problemi di salute orale sottostanti, comprese le malattie gengivali, e può aumentare il rischio di carie e perdita dei denti. Può anche portare ad alitosi e gengive sanguinanti.

Upala zubnog mesa

Come viene trattato il ritiro delle gengive?

Per le persone che necessitano di curarlo, sono disponibili diverse opzioni, a seconda della causa:

  • Una forma lieve del ritiro gengivale può essere trattata con una pulizia profonda dell’area interessata. Durante la pulizia profonda o curettage dei denti, la placca e il tartaro che si sono accumulati sui denti e sulle superfici delle radici al di sotto del bordo gengivale vengono accuratamente rimossi e l’area della radice esposta viene levigata per prevenire nuovi accumuli di batteri. Il medico può anche prescrivere antibiotici per eliminare eventuali batteri nocivi rimanenti.
  • Ortodonzia: include trattamenti che spostano lentamente la posizione dei denti per un lungo periodo di tempo. Questa mossa può raddrizzare il bordo delle gengive e facilitare la pulizia dei denti.
  • Chirurgicamente, vengono utilizzati i seguenti interventi chirurgici per il trattamento delle gengive:

– Trattamento chirurgico per ridurre le tasche parodontali: durante questa procedura, il dentista piega il tessuto gengivale interessato, rimuove i batteri nocivi dalle “tasche” risultanti, quindi fissa saldamente il tessuto gengivale in posizione sopra la radice del dente, eliminando le “tasche” o riducendone le dimensioni.

– Rigenerazione: se l’osso che sostiene i denti è danneggiato a causa della retrazione della gengiva, può essere raccomandata una procedura per rigenerare o aumentare l’osso e il tessuto persi. Verrà applicato materiale rigenerativo, come una membrana, un innesto di tessuto o una proteina stimolante per incoraggiare il corpo a rigenerare naturalmente le ossa e i tessuti nell’area. Dopo aver posizionato il materiale rigenerativo, il tessuto gengivale viene fissato sulla radice del dente.

Prevenzione

Alcune delle cause del ritiro delle gengive possono essere prevenute. La causa più ovvia che può essere prevenuta è lavarsi i denti in modo troppo approssimativo o usare uno spazzolino ruvido. Invece, dovreste usare uno spazzolino morbido e lavarvi i denti correttamente con delicati movimenti circolari. Potete leggere di più su questo argomento nel nostro articolo Come scegliere spazzolini e altri strumenti per il mantenimento di qualità dell’igiene orale.
L’accumulo di placca e tartaro può portare a malattie parodontali, quindi mantenere una buona igiene orale può anche aiutare a prevenire la retrazione delle gengive. Le persone che sono preoccupate per i loro denti o per il ritiro delle gengive dovrebbero visitare un dentista per discutere delle loro preoccupazioni. Il dentista può determinare il miglior tipo di procedura per voi in base alle vostre esigenze individuali.



Dr. Paravić će nas posjetiti u Smile Studio ordinaciji 25. i 26. svibnja.