Loader
Longevità dell'impianto: è un impianto dentale la soluzione per tutta la vita?
26291
post-template-default,single,single-post,postid-26291,single-format-standard,bridge-core-2.5.5,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-24.0,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.1,vc_responsive
dugovjecnost implantata longevità dell'impianto longevità dell'impianto

La longevità dell’impianto: è un impianto dentale la soluzione per tutta la vita?

Se vi mancano uno o più denti, probabilmente state pensando a come sostituirli. La migliore soluzione per la sostituzione dei denti oggigiorno sono gli impianti. Un impianto dentale posizionato una volta durerà tutta la vita? Gli impianti devono essere cambiati dopo quanti anni? Se volete saperne di più sulla longevità degli impianti, leggete questo testo fino alla fine.

 

La longevità dell’impianto

Gli impianti dentali sono costituiti da tre parti principali: impianto, sovrastruttura (abutment) e sostituzione protesica. Potete  leggere di più su di loro nel nostro blog precedente “Impianto dentale e altre componenti del set implantologico“.

La sovrastruttura e la sostituzione protesica sono più suscettibili ai danni, quindi potrebbero durare meno dell’impianto stesso.

La longevità degli impianti è influenzata da molti fattori, come:

 

La dieta

Mangiare cibi morbidi per la prima settimana dopo l’intervento dà all’osso mascellare il tempo di guarire e di connettersi con gli impianti.

 

L’igiene orale

Una buona igiene orale aiuta a mantenere l’impianto privo di batteri e placca che possono causare infezioni. Se una buona igiene orale non viene mantenuta e si verifica un’infezione gengivale intorno all’impianto, può anche influenzare l’osso attorno all’impianto (perimplantite), che può portare alla perdita dell’impianto.

 

La salute generale

Alcune condizioni mediche, come l’artrite reumatoide e il diabete, così come alcuni farmaci, possono rallentare la guarigione e impedire agli impianti di connettersi all’osso (osteointegrazione).

 

Il fumo

Il fumo riduce il flusso sanguigno alle gengive, il che può rallentare il processo di guarigione e influire sulla salute generale delle gengive. Gli studi hanno dimostrato che i fumatori hanno un rischio maggiore di perdere gli impianti a causa dell’impatto locale e generale del fumo sul nostro corpo.

 

La genetica

Anche se gli impianti dentali sono ancora un’opzione, chi ha una predisposizione genetica alle malattie gengivali deve fare uno sforzo speciale per evitare infezioni gengivali che riducono la durata di un impianto dentale.

 

Le visite regolari dal dentista

Controlli dentali regolari possono prolungare la vita degli impianti dentali. La pulizia professionale eseguita dai dentisti può rimuovere placca e batteri da luoghi difficili da raggiungere. I dentisti possono rilevare e trattare precocemente infezioni e altri problemi orali, prima che possano compromettere la longevità dell’impianto.

 

La longevità degli impianti

Gli studi hanno dimostrato che circa il 93-98% degli impianti dentali inseriti con successo sono ancora perfettamente funzionanti anche dopo 10 anni. Un impianto dentale può durare una vita se viene lasciato senza infiammazioni e se i componenti sono selezionati correttamente e ben installati. Ma il grado di successo della mascella inferiore e superiore è leggermente diverso, siccome le condizioni sono generalmente migliori nella mascella inferiore.

Una percentuale di successo superiore al 95% è ottima, ma significa anche che non tutti gli impianti sono permanenti. Complicazioni come la perimplantite possono portare alla perdita precoce dell’impianto. A causa di un sovraccarico permanente o di un carico improprio, l’impianto potrebbe rompersi e l’impianto deve essere rimosso.

Pertanto, se decidete di inserire impianti, è importante che fornite la fiducia in uno studio dentistico affidabile perché la qualità dei materiali impiantati e la competenza dello specialista sono estremamente importanti.

Se avete altre domande sugli impianti, non esitate a contattarci.

 

Leggete i nostri altri blog sugli impianti qui:

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedintumblrmail