Sbiancamento dei denti per un sorriso di Hollywood | Smile Studio
18694
post-template-default,single,single-post,postid-18694,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Sbiancamento dei denti per un sorriso di Hollywood

Sbiancamento dei denti per un sorriso di Hollywood

Nel tempo in cui viviamo l’aspirazione alla bellezza diventa sempre più forte. Molti di noi, in particolare le donne, ricorrono a vari metodi di bellezza e vanno spesso dal parrucchiere o dall’estetista o comprano vestiti. Negli ultimi anni, tuttavia, molti si rendono conto che il sorriso luminoso sia uno dei principali vantaggi della loro bellezza esteriore!

Caffè, tè, vino rosso e sigarette lasciano un segno sui nostri denti, per non parlare di altri motivi dello scolorimento, come l’uso di antibiotici e varie malattie nell’infanzia (ittero neonatale, porfiria). Anche i disturbi nello sviluppo di tessuti dentali individuali possono provocare il cambiamento del colore dell’arco dentale o dei singoli denti. I motivi sono di solito la carie non curata e il trattamento del canale radicolare. Molto spesso non siamo soddisfatti del nostro colore naturale dei denti, ma con i trattamenti giusti i denti possono risplendere in tutto il suo splendore.

Il metodo dello sbiancamento dipende dalla diagnosi e dai desideri del paziente. Si può eseguire nella clinica, a casa o entrambi combinati. Tali procedimenti non devono essere confusi con lo sbiancamento con l’aiuto del dentifricio o del sistema di sbiancamento che si vendono a tale scopo e che sono facilmente accessibili. I dentifrici con materiale abrasivo sono in grado di rimuovere la colorazione della superficie, ma non vi è alcuna prova che essi sono efficaci contro le discolorazioni interni. I sistemi per lo sbiancamento con le matrici universali sono disponibili in centri commerciali e utilizzano la stessa sostanza attiva. Il problema è che si usano senza la diagnosi, e l’uso incontrollato di questi prodotti può causare danni allo smalto e la matrice mal adattata può influenzare i rapporti intermascellari e quindi provocare i disturbi dell’articolazione di mascella.

Lo sbiancamento nella clinica viene eseguito utilizzando una composizione con un percentile più alto di sostanze attive, e può essere implementato sul dente o sul gruppo di denti, naturalmente, sotto il controllo di un dentista. Prima dell’inizio della terapia è necessario determinare la causa dei cambiamenti e poi determinare la terapia. Qualche volta è necessario eseguire alcuni interventi dentali prima di procedere allo sbiancamento per impedire i danni al tessuto circostante che potrebbero risultare dall’applicazione delle sostanze sbiancanti e per ottenere il risultato finale che sarà soddisfacente per il paziente e per il dentista . Il semplice scolorimento dei singoli denti di solito può essere trattato solo nella clinica, mentre lo scolorimento di tutta l’arcata spesso richiede la terapia combinata nella clinica ed a casa. Lo sbiancamento viene eseguito creando una matrice (vassoio personalizzato) con vasche in cui si mette una paste candeggiante e si applica all’intera arcata. La matrice dentale si porta un paio di ore al giorno, a volte di notte, a seconda dell’accordo tra il paziente e il dentista. Da questo accordo dipende anche la concentrazione della pasta che il paziente si applica nella matrice. Le indicazioni per utilizzare la matrice sono gli scolorimenti minori o semplicemente un desiderio di denti più bianchi. La conseguenza transitoria è l’ipersensibilità alle variazioni di temperatura (freddo e caldo).

I risultati dello sbiancamento sono stabili da 6 a 12 mesi dopo di che sono possibili le piccole variazioni in termini di ritorno in una tonalità più scura, ma il processo si può ripetere.

Un caso speciale è lo sbiancamento dei denti non vitali (denti senza nervo) che spesso sono scolorati. Lo sbiancamento si fa nella clinica in due visite, ma anche a casa. In pratica, la pasta ha la maggiore concentrazione e viene applicata alla superficie esterna e interna, ma anche all’interno del dente tramite l’apertura precedentemente preparata. Poi la pasta con la minore concentrazione viene lasciata all’interno del dente nel period fra due visite per accelerare il processo. Il numero di visite dipende dal tipo e dall’intensità dello scolorimento, e dura finché non si ottiene lo stesso colore dei denti circostanti.

Ci sono diversi metodi con cui si può raggiungere il successo desiderato, ma per ottenere risultati ottimali è necessaria la piena collaborazione tra il paziente e il dentista.

Il sorriso di Hollywood non è più riservato solo ai famosi. Con la visita al dentista lo potete vedere anche nel vostro specchio. Provate e accertatevi!

Auttore: dott. Damir Mikšić

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail