Bocca sotto l'attacco del diabete | Smile Studio
18734
post-template-default,single,single-post,postid-18734,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Bocca sotto l’attacco del diabete

Bocca sotto l’attacco del diabete

Il diabete mellito è uno dei disturbi più comuni del gruppo di malattie delle ghiandole endocrine. È causato da un malfunziamento del pancreas, è di tipo cronico e coinvolge l’intero organismo. I cambiamenti causati da questa malattia coinvolgono anche le complicazioni al cavo orale. È importante notare che il diabete non causa cambiamenti specifici se è tenutto sotto controllo, ma quando non è controllato può causare una serie di modifiche.

I cambiamenti alla cavità orale causati dal diabete si manifestano come cambiamenti ai vasi sanguigni, alle ghiandole salivari e alla mucosa, poi anche come cambiamenti nella composizione della saliva, così come la suscettibilità alle infezioni fungine.

Il diabete non controllato è spesso accompagnato da un alito dolce o un alito cha ha l’odore dell‘acetone, da una relativamente rapida perdita dei denti della cresta, da una secchezza delle fauci (xerostomia) e da una sensazione di bruciore in bocca (Stomatopyrosis) e dalla mucosa rossa incline alle lesioni o infezioni. Le gengive sono spesso gonfie e rosse ed il tessuto di sostegno dei denti è indebolito con possibili ascessi parodontali.

La sensazione di secchezza è una delle conseguenze più comuni del diabete. Questa malattia provoca il cambiamento nelle ghiandole salivari, che limitano la quantità del flusso salivare e di tutti i fattori protettivi in esso. In questo modo, la saliva perde il ruolo protettivo della bocca, il che porta alla maggiore suscettibilità alle infezioni. Di conseguenza alla riduzione, si aumenta la densità della saliva, e quindi la concentrazione degli enzimi. La maggiore attività enzimatica produce l’effetto dell‘acidità della saliva che poi aiuta lo sviluppo della carie e delle infezioni fungine. Questi cambiamenti della saliva causano anhe le difficoltà della deglutizione e del parlare.

La sensazione di bruciore in bocca è anche una delle più frequenti conseguenze di questa malattia cronica (di lunga durata). Il bruciore si sente per lo più sulla lingua, ma riguarda anche il resto della bocca. I cambiamenti nella composizione della saliva sono un fattore importante per questo effetto della sensazione di bruciore, così come i cambiamenti nei vasi sanguigni causati dal diabete. Cioè, nei pazienti si manifesta la costrizione dei vasi sanguigni, il che riduce il flusso sanguigno, provoca l’accumulo delle sostanze nocive nelle pareti, e sono spessi anche i sanguinamenti nei capillari (capillari -minori vasi sanguigni nel corpo). Il risultato di questi cambiamenti è la distruzione dei tessuti, tra cui di alcune cellule sulla lingua la quale poi diventa rossa e gonfia.
Nelle forme gravi e avanzate del diabete si manifestano danni sulle terminazioni nervose della mucosa orale, che possono portare alla perdita di sensibilità sulla lingua ed all‘intorpidimento di una parte e di tutta la mucosa.

Vorrei menzionare anche la tendenza dei pazienti diabetici alle infezioni, in particolare a quelle fungine. L’infezione più comune è quella causata da funghi del genere Candida – il cosiddetto, candidosi. Il candidosi orale sono i depositi bianchi che si rimuovono facilmente dalla mucosa, ma poi lentamente sanguinano. Di solito colpisce la lingua, poi il palato molle e le mucose del viso, ma può essere estesa agli angoli della bocca.
Nel prossimo blog scriverò dell’impatto della malattia esclusivamente sui denti e sugli apparecchi di sostegno dei denti.

Auttore: dott. Damir Mikšić

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail